El primer firmware (bootloader) libre para Raspberry Pi

La comunità dietro Raspberry Pi (y por extensión, de Linux) ha dado lugar a una extraordinaria cantidad de desarrollos, ma se c'è un elemento con cui mantiene una dura battaglia, si proprio codice associato al modulo video Broadcom VideoCore IV presente in tutti i modelli di computer. Il collegamento classico per la funzionalità è ciò che molti chiamano un "blob", tuttavia, Kristina Brooks sviluppatore ha pubblicato un boot loader Preliminare cercando di rompere quel blocco in Raspberry Pi.

La Free Software Foundation descrive la necessità di codice proprietario per inizializzare correttamente per un Raspberry Pi come "errore fatale". naturalmente, FSF estendere la stessa cortesia a tutto l'hardware che si trova in una situazione simile, aunque debemos reconocer que el duelo entre la comunidad y el VPU Broadcom VideoCore IV se ha extendido por mucho más tiempo del que imaginamos en un principio (el Raspberry Pi lleva más de cuatro años en el mercado). Vantaggi Raspberry Pi Sono grande abbastanza per mettere da parte questa limitazione tecnica, ma se l'obiettivo è "più aperto" alla piattaforma, prima o poi dovremo incrociare le spade con lei.

Un recente lavoro suggerisce che il programmatore Kristina Brooks, che ha pubblicato in GitHub uno boot loader VPU open source per la Raspberry Pi. La descrizione ufficiale parla di una piccola firmware con la possibilità di inizializzare UART, il PLL VPU, y ARM. L'idea è che questo nuovo codice sostituirà il bootcode.bin trovato nella scheda SD Raspberry Pi, ed è già stato valutato in tre generazioni principali di calcolatore. Brooks spiega che è necessario avere un qualche tipo UART, se si prevede l'uscita, e ci sono molti problemi da risolvere, compreso l'uso corretto dei nuclei nei nuovi modelli RPI.

Inutile dire, lo sviluppo è abbastanza lontano da avvio per Linux, e da un certo punto di vista, Penso che sia più logico collocare la boot loader il livello di una prova di concetto. La gestione del progetto è corretto, ed entrambi Brooks e il resto del personale citato a pagina GitHub hanno fatto un lavoro tremendo, tra cui Broadcom stessa rilasciando le "headers". I critici di accelerazione hardware stile e di supporto per i codec aspetti sono ancora in cantiere, e non può mai raggiungere la posizione ottimale, ma con pazienza, sforzo, e una maggiore collaborazione, sicuramente vedremo un Raspberry Pi più aperto di quanto non lo sia oggi.

Web Oficial | Clicca qui
Fuente | NEOTEO
Autor: Lisandro Pardo

Be Sociable, Share!

About The Author